Crea sito

SEGNALAZIONE: “Il segno di Nora” di Costanza Ghezzi .

Immagine di copertina

Sinossi

Nora e Carlo si sono sposati molto giovani, inseguendo il sogno dell’amore totalizzante e perfetto. In realtà, poco dopo il matrimonio e la nascita del primo figlio, appaiono i segnali della violenza che caratterizzerà il legame sentimentale e che rivelerà a Nora la personalità narcisistica del marito. Nora rimane nel rapporto, subendo violenze fisiche e psicologiche, cadendo vittima di una dipendenza affettiva distruttiva.

Negli anni, quando il rapporto è del tutto deteriorato, il sesso rappresenta l’unico strumento che Nora pensa di avere a disposizione per tenere Carlo legato a lei, e Carlo ne approfitta usandolo con una crudeltà inaudita, e sottoponendo la moglie a gravi umiliazioni.

Il viaggio, organizzato per andare a passare una serata in un club privato a Viareggio, sarà l’evento scatenante che farà riaffiorare nella mente di Nora riflessioni profonde sul passato e sul rapporto.

I piani temporali del romanzo si alternano tra il passato e il presente, in una narrazione in terza persona, con cambio del punto di vista, da esterno a interno. La protagonista, per sopravvivere al presente, ritorna al passato, ai ricordi dell’infanzia e dell’adolescenza.

Il week-end fuori casa rappresenta per Nora il tentativo ultimo di ricostruire il rapporto, ma termina con la sconfitta di ogni aspettativa e il rientro a casa dai tre figli viene vissuto come una liberazione.

Ma non è facile uscire dal dominio violento di una relazione con un narcisista perverso e Nora sa che deve ancora combattere per essere libera. La situazione si esaspera fino a portarla al punto massimo di rottura con se stessa. Il tentativo di suicidio rappresenterà la chiave di volta per porre fine alla dipendenza affettiva.

Nell’epilogo Nora si rivela vincente. Con un moto di forza lascia tutto quello che la legava a Carlo, compresa la casa.

Ha iniziato la trasformazione: una donna nuova e consapevole della sua forza, una donna che non ha più paura.

Dettagli libro

TitoloIl segno di Nora
AutriceCostanza Ghezzi
EditoreBibi Book
GenereNarrativa sociale
FormatoLibro
Pagine164
PubblicazioneMarzo 2021
Prezzo12 euro
Link di acquisto
https://www.amazon.it/segno-Nora-Costanza-Ghezzi/dp/8899895546

Estratto

Nora non deve essere altro che una bambola, messa dentro la casa con giardino panoramico, che dall’alto guarda i mari e le lagune. Decide Carlo come deve vestire, e quanto deve desiderare: un viaggio in hotel a cinque stelle, la prenotazione stagionale allo stabilimento balneare esclusivo, un vestito firmato, un gioiello una volta all’anno. Una sorpresa fantastica che arriva a Natale o per il compleanno. E come una bambola, Nora illumina gli occhi, lancia baci e ringraziamenti. Colori addobbi accessori sono tutti programmati da Carlo. È tutta una festa, all’inizio. Perché essere l’oggetto di tanto amore, di attenzioni così raffinate, è stupendo. Una sciocca bambola di un film americano anni ’60, che Carlo prende per mano e conduce a spasso nel mondo.

I guai si materializzano quando il meccanismo si rompe. Il cervello di Nora inizia di nuovo a palpitare, l’incantesimo si spezza: le scale di cristallo si frantumano e lei cade giù. Carlo la fa cadere dalle scale di marmo. Un occhio nero, una costola rotta, qualcosa di già visto e sentito. La casa prende vita, si gonfia e si sgonfia nello stomaco di Nora.

Nota dell’autrice

“Con questo romanzo breve ho cercato di dare voce alle molte donne vittime di violenza nella relazione intima che ho ascoltato negli anni in cui ho lavorato come operatrice di ascolto nei Centri Antiviolenza. Ho raccolto le loro emozioni, le loro paure, ma anche la loro forza. Il tutto cercando di non usare filtri o giudizi. Vuole essere una serie di istantanee, atte a fotografare i momenti intimi più significativi che il trauma della violenza di genere – sessuale, psicologica, fisica – produce non solo nella donna, ma direttamente sui figli e sulle persone della cerchia amicale e affettiva. Un romanzo in parte anche autobiografico, in quanto in Nora – ovviamente il nome si rifà alla Nora ibseniana – c’è anche molto di me e forse di ogni donna, come mi è stato fatto osservare da diverse persone che lo hanno letto.

Nata sotto il segno del fuoco, Nora rinascerà sotto il segno di se stessa, perché è solo ripartendo da sé e lasciando andare la figura del maltrattante, che si riesce a trovare quella forza, che tutti abbiamo, per poter iniziare a vivere di nuovo”.

Biografia autrice

L’autrice Costanza Ghezzi

Costanza Ghezzi è nata il 22 agosto del 1963 a Orbetello dove tutt’ora vive.

Diplomata al liceo classico ha proseguito gli studi seguendo master di editing, editoria e scrittura narrativa.

Ha lavorato per 15 anni nei Centri Antiviolenza della provincia di Grosseto gestiti dall’Associazione Olympia De Gouges Aps, occupandosi di ascolto, prevenzione, formazione nelle scuole e nei corsi per operatrici, e di comunicazione. Ha curato il progetto finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità, che ha reso possibile l’apertura dello sportello Antiviolenza di Capalbio.

Dalla grande passione per la lettura di autori italiani e stranieri e per la scrittura, ne è nata una professione che ha trovato la propria dimensione nell’Agenzia Letteraria Thàlia.

Collabora con autrici e autori, con un lavoro di affiancamento che va dalla valutazione, all’editing, alla presentazione e promozione dei libri. Collabora come editor per la casa editrice Bibi Book, con la quale ha pubblicato il suo primo romanzo, Il segno di Nora, marzo 2021. Ha pubblicato sulla rivista letteraria Pastrengo. È uscito un suo racconto nella raccolta Misteri di Maremma, Effigi Edizioni, a cura dello scrittore Carlo Legaluppi e pubblicata nel luglio 2021.

Riferimenti e contatti autrice

Profilo Facebookhttps://www.facebook.com/costanza.ghezzi
Profilo Instagramhttps://www.instagram.com/costanza_ghezzi/
Sito Webhttps://www.costanzaghezzi.com/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.