SEGNALAZIONE: “Quell’agosto del ’59 – Dove tutto ha inizio” di Agata Florio.

Quell'agosto del '59 - Dove tutto ha inizio

Trama

“Racconti, aneddoti, episodi di una parte di vita, vissuta e condivisa, che oggi sono nostalgicamente ricordi. A volte dolci, a volte amari, ma pur sempre cari ricordi per ricomporre il puzzle della mia vita. Ricordi per non dimenticare la mia appartenenza, la mia provenienza, le mie origini. Un patrimonio da conservare, custodire, tutelare, per non smarrire il senso di me. E solamente ripercorrendolo, viaggiando a ritroso nel tempo, lo riconosco, mi riconosco e ritrovo il senso del mio esistere.”

Dettagli libro

Titolo Quell’agosto del ’59 – Dove tutto ha inizio
Editore C&P Adver Effigi
Collana Narrazioni
Data pubblicazione 20 giugno 2018
Pagine 126
Peso di spedizione 200 g
Prezzo 12 Euro

Biografia

Agata FLorio
Agata Florio

Sono Promoter Commerciale e Organizzatrice di Eventi. Vivo di passioni e appassionatamente amo scrivere, per illuminare con un sorriso le giornate, perché credo che la vita sia bella e che ci sia sempre una speranza.. 

Sono nata a Catania, città ho abitato fino all’età di 9 anni, poi mi sono trasferita a Roma. Con grande rammarico, a causa di vicissitudini personali, ho dovuto interrompere gli studi per essere inserita nel mondo lavorativo e sono molteplici le mie esperienze nell’ ambito del settore commerciale e artigianale.

Alla soglia della maggiore età ho realizzato il sogno di diventare mamma della prima di due splendide figlie.

Una lunga pausa lavorativa mi ha consentito finalmente di riprendere gli studi: premeva forte l’esigenza di darmi un’altra opportunità riaccendendo in me la passione e l’innata curiosità del sapere, del conoscere, del comprendere e dell’apprendere.

Dopo vent’ anni dedicati al lavoro autonomo nel settore della distribuzione alimentare e alla famiglia, la nuova scelta di vita: mi sono trasferita a Grosseto dove mi sono messa in gioco aprendo la mia attività di ristorazione. Questa piccola città mi ha accolto e io mi sento pronta e motivata a coinvolgermi, a costruire un tessuto sociale facendone parte in modo attivo ed integrante.

L’opportunità di dare un contributo solidale è nata in me naturalmente, la mia ritrovata serenità mi ha consentito di poter volgere lo sguardo e tendere la mia mano verso il prossimo: l’AVIS mi ha aperto le porte con il ruolo di Consigliere Comunale e nei quattro anni successivi la carica di Consigliere Regionale, organizzando Eventi per trasmettere il senso della Solidarietà e dell’Associazionismo che diventano valori estremamente essenziali.
L’ascolto, le esperienze, le testimonianze che durante il mio percorso diventano un forte input, che fanno germogliare in me, ancora una volta quel seme che con cura e dedizione è diventato frutto.