Crea sito

“Breviario per un confuso presente” di Corrado Augias.

Immagine di copertina

Sinossi

Viviamo un presente confuso, in cui sono incessanti, e talvolta allarmanti, le innovazioni scientifiche e tecnologiche e i cambiamenti politici, sociali e culturali. Abbiamo bisogno di bussole che indichino la direzione verso cui andare e di mappe che ci ricordino da dove veniamo. E chi meglio di Corrado Augias può farci da guida per questi sentieri?

Prendendo spunto dai temi e dai problemi con cui ci confrontiamo ogni giorno, attraverso la lettura di autori prediletti come Spinoza e Montaigne, Augias ricollega il presente al passato e alle cause che l’hanno provocato, rendendo piú comprensibile e meno ansioso l’orizzonte degli eventi.

Recensione

Breviario per un confuso presente è un libro di Corrado Augias, edito da Einaudi nel giugno 2020.

In questa opera, l’autore crea un’istantanea della società odierna. Successivamente, la scompone, come fa un prisma con la luce che lo attraversa, andandone ad analizzare i più importanti ambiti che la caratterizzano: la cultura, la politica, l’economia, i valori e credi. Ciò che ne deriva è il dato inconfutabile che stiamo attraversando un’epoca di transizione, di grande cambiamento. Essa può rappresentare per l’umanità una grande opportunità per creare un mondo migliore, più giusto, equo, solidale, democratico o una via di non ritorno che porterà gli individui a perdere la loro identità, divenendo sempre più ingranaggi di un sistema alieno e dipendente da algoritmi che si sostituiranno alle coscienze.

Mai come oggi, le scoperte scientifiche si susseguono a ritmo incalzante. Con lo sviluppo dell’intelligenza artificiale si aprono scenari imponderabili, i quali fanno sorgere domande che interessano il piano etico e morale.

In questi metamorfici tempi, pochi rimangono i punti fermi. Corrado Augias ci porta alla ricerca delle risposte ai tanti quesiti che ci pone il presente attraverso il pensiero di grandi personaggi del passato: da Michel de Montaigne a Baruch Spinoza, da Giordano Bruno a Immanuel Kant, da Leopardi a Friedrich Nietzsche. Ma attenzione! L’autore non cadrà mai in discorsi scolastici, reboanti, noiosi. Sfogliando le pagine, avremo la sensazione di discorrere con un amico davanti a un camino mentre sorseggiamo un bicchiere di buon vino. Gli argomenti introdotti partono da contingenze reali, a noi vicine, che Corrado Augias sviluppa con acutezza e originalità senza mai perdere la semplicità di esposizione. È in grado di incastonare magistralmente le parole di importanti filosofi, poeti, politici nel mezzo di una sua riflessione, ottenendo due risultati: il primo di dar forza al suo pensiero, il secondo di rendere i loro concetti accessibili, interessanti, illuminanti.

Corrado Augias ha una cultura talmente elevata e ben metabolizzata, da offrirci il messaggio delle più brillanti menti dell’umanità in una forma facilmente comprensibile e nella sua sconcertante attualità. Ha una padronanza di linguaggio e un equilibrio espositivo non comuni. Tiene letteralmente il lettore sul pezzo, mai stanco di finire il capitolo.

Si ha l’impressione che l’autore trascenda gli schemi, le dottrine, utilizzando il suo sapere per cercare d’interpretare liberamente la vita nella quale è immerso, nella quale lo stesso lettore è immerso. In questo navigare alla ricerca di ordine nel mare magnum del caos, del confuso nostro presente, l’autore ci mostra anche il suo lato ironico. Dosa ad arte quel pizzico di fine ed esilarante humor proprio quando serve, quando lo si desidererebbe, ma non ce lo aspettiamo.

Breviario per un confuso presente non rappresenta solo una road map per i nostri giorni, ma un ponte che accorcia la distanza tra noi e il pensiero di illuminati uomini che ci hanno preceduto e che hanno inciso sulla consapevolezza di chi siamo o di chi dovremmo essere.

Dettagli libro

TitoloBreviario per un confuso presente
AutoreCorrado Augias
EditoreEinaudi
GenereSaggio
FormatoLibro
Pagine165
PubblicazioneGiugno 2020
Prezzo18,50 Euro
Link di acquisto
https://www.amazon.it/Breviario-confuso-presente-Corrado-Augias/dp/8806232819/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=&sr=

Cenni biografici sull’autore e opere

Il giornalista e scrittore Corrado Augias

Corrado Augias, giornalista, scrittore e conduttore televisivo italiano, è nato a Roma il 26 gennaio 1935.

Attivo nel movimento dell’avanguardia romana sin dai primi anni Sessanta, è stato inviato speciale per L’EspressoLa Repubblica e Panorama (da Parigi e New York).

È autore teatrale (l’ultimo lavoro è Leopardi e l’Italia, 2011) e televisivo (si ricordano Telefono gialloBabele, Enigma Le storiediario italiano tutti programmi condotti dallo stesso Augias).

Ha all’attivo numerose pubblicazioni, tra cui:

  • la trilogia composta da Quel treno da Vienna (1981), Il fazzoletto azzurro (1983) e L’ultima primavera (1985);
  • il romanzo giallo Quella mattina di luglio (1995);
  • i saggi I segreti di Parigi (1996), I segreti del Vaticano (2010), Disputa su Dio e dintorni (2010), Il disagio della libertà (2012), I segreti d’Italia (2012), Il paese in vendita. Società segrete, corruttori e faccendieri nell’Italia della Grande Guerra (2013), Inchiesta su Maria (con M. Vannini, 2013), Tra Cesare e Dio (2014), Le ultime diciotto ore di Gesù (2015), I segreti di Istanbul (2016) Questa nostra Italia. Luoghi del cuore e della memoria (2017, premio Pavese 2018), Racconti parigini (2018), Il grande romanzo dei Vangeli (2019), Breviario per un confuso presente (2020), Modigliani (2020), L’ultimo romantico;
  • il romanzo Il lato oscuro del cuore (2014).
  • il libro per bambini Guarda! (con F. Frisarei e M. Suber) (2020).

Corrado Augias cura la rubrica La mia Babele sul supplemento settimanale Il Venerdì di Repubblica e ha condotto Visionari Quante storie su Rai tre.

Nel 2015 gli è stato conferito il Premio Hemingway per la letteratura.

Riferimenti e contatti autore

Twitterhttps://twitter.com/corrado_augias